Hans Christians Andersen it

Hans Christian Andersen

andersen

Giovane età

Nato il 2 di aprile 1805, Hans Christians Andersen è lo scrittore più famoso della Danimarca, avendo scritto più di 200 fiabe e ben oltre 1000 poesie. Andersen nacque in una famiglia modesta, ma fortunatamente suo padre, che ricevette l’istruzione elementare, fu in grado di introdurlo alla letteratura, mentre sua madre era analfabeta.

Dopo la morte di suo padre, sua madre si risposò, e Andersen venne mandato ad una scuola per bambini poveri, in cui doveva anche mantenersi da solo lavorando come tessitore apprendista e, più tardi, come sarto apprendista.

 

Carriera di attore

Si trasferì a Copenhagen all’età di quattordici anni per diventare un attore, e fu accettato al Teatro Reale Danese per la sua voce da soprano, che però mutò con l’età.

Il direttore del teatro aveva a cuore la situazione di Andersen e riuscì a convincere il re Federico VI a sponsorizzare la sua istruzione. Fu così mandato a scuola a Slagelse, e poi a Elsinore.

Più tardi disse che questo periodo nella scuola di Elsinore fu il più buio della sua vita, e dovette convivere con un preside che lo maltrattava per “rafforzare il suo carattere” e che lo scoraggiava nella scrittura. Per questo, Andersen cadde in una depressione profonda.

 

Inghilterra

Nel 1847 Andersen viaggiò in Inghilterra e frequentò molte feste organizzate dalla contessa di Blessington ed è a una di queste feste che incontrò Charles Dickens. Dopo averlo incontrato, scrisse nel suo diario: “Siamo andati sulla veranda, ed ero così felice di vedere e parlare con lo scrittore inglese che amo di più in vita.” (Fonte: Wikipedia).

Viaggiò in Inghilterra di nuovo principalmente per incontrare Dickens ma la loro relazione si interruppe quando Andersen estese quella che sarebbe dovuta essere una breve visita per cinque settimane. Dopo queste cinque settimane, Dickens gli chiese di andarsene e non rispose mai più alle sue lettere, per la confusione di Andersen, che non ne capiva il perchè.

 

Di nuovo in Danimarca

Hans Christian Andersen morì il 4 agosto 1872 all’età di 70 anni, in una casa chiamata Rolighed (che in danese significa “calma”). Fu seppellito nel cimitero del distretto di Nørrebro, vicino alla famiglia Collins.