Christiansborg Palace it

Christiansborg Palace

Puoi vederlo su:

christiansborg

Descrizione

Il Palazzo di Christiansborg è situato nel centro di Copenhagen sull’isola di Slotsholmen. È la sede del parlamento danese, l’ufficio del primo ministro, la corte suprema, l’ufficio della regina Margherita II, e la stanza di Ricezione Reale. Christiansborg è quindi l’edificio più importante in Danimarca, casa del potere esecutivo, legislativo e giudiziario. È il solo edificio al mondo a contenere tutti e tre i rami del governo.

È un luogo ricco di storia, in quanto fu usato attraverso la storia come casa dei monarchi o reggenti del momento.

Nel 1167, il vescovo Absalon di Roskilde, il fondatore di Copenhagen, fece costruire il suo castello qui. Era composto da un grande muro che circondava un cortile interno, il palazzo del vescovo, una cappella e numerosi edifici più piccoli.

Dopo la morte del vescovo Absalon nel 1201, il castello e la città di Copenhagen divennero proprietà del vescovo di Roskilde, ma un paio di decenni più tardi le relazioni tra i vescovi e i reali si inclinarono, e la proprietà del castello e della città furono contestate molte volte. Inoltre, la città era costantemente sotto attacco da pirati, e tra il 1249 e il 1259 il castello fu occupato e raso al suolo.

Dopo la sconfitta del re Valdemar IV nel 1370 da parte della Lega Anseatica, il castello di Absalon fu demolito e sull’isola di Slotsholmen rimasero solo le sue rovine.

Verso la fine del quattordicesimo secolo, fu costruito un nuovo castello chiamato Castello di Copenhagen. Era simile al castello di Absalon nella struttura, ma aveva un muro a cortina circondato da un fossato, ed una torre massiccia all’entrata.

Nel 1417, il re Eric VII usurpò i diritti al castello e da allora fu occupato solo da re. Con il passare degli anni, divenne chiaro che tutti i cambiamenti che ogni re apportava al castello non gli avessero fatto bene, e nel 1731 il Castello di Copenhagen fu demolito per fare spazio alla prima versione di Christiansborg. Le rovine del castello di Absalon e del Castello di Copenhagen furono estratte e possono ora essere ammirate nei passaggi sotterranei di Christiansborg.

Il primo palazzo di Christiansborg fu costruito tra il 1733 e il 1745 dall’architetto Elias David Hausser. Era un complesso imponente che includeva un magnifico palazzo barocco, dei terreni e una cappella ed edifici più piccoli, ed era al tempo il palazzo più grande del nord Europa.

Nel 1794 il palazzo e la cappella presero fuoco, ma i terreni furono salvati.

Il secondo Christiansborg cominciò ad essere costruito nel 1803 e fu terminato nel 1828. A quel tempo, la famiglia reale viveva in residenze temporanee nel palazzo di Amalienborg, e una volta terminato Christiansborg, il re Federico VI aveva deciso di non voler più vivere lì, quindi l’unico re a viverci da allora fu il re Federico VII, tra il 1852 e il 1863.

Il secondo Christiansborg bruciò nel 1884 e i terreni furono di nuovo salvati, insieme questa volta alla cappella di Amleto.

Il terzo Christiansborg, quello attuale, fu costruito tra il 1907 e il 1928 in stile neo-barocco, con facciate in concreto rinforzato coperte di granito. Il tetto originario era piastrellato, ma fu poi sostituito con del rame, nel 1938.

Un segnavento con due corone fu aggiunto più tardi alla torre, e raggiunti i 106 divenne la torre più alta della città.

 

Puoi vederlo su: